#SacroFemminileVidyanam, APPROFONDIMENTO, Blog, Riflessioni

Fuoco e Acqua nella Notte di Litha

Nelle notti di questa primavera che sta per finire, il canto dei grilli annuncia l’arrivo dell’estate. La Ruota dell’Anno continua a girare, e porta con se nuovi sapori, nuove emozioni, un continuo divenire che se sappiamo ascoltare ci rimanda al ciclo vita-morte-vita cui tutto in questo mondo è soggetto.

“Sol-stat” da cui deriva la parola solstizio, astronomicamente parlando cade tra il 20 e il 21 giugno, ed è il momento in cui il sole per un attimo sembra restare fermo nel cielo. Per questo gli antichi popoli, pieni di stupore, celebravano con grandi falò e feste la potenza di questa manifestazione.

Litha (che richiama la parola light in inglese, luce) è l’antico nome con cui le popolazioni celtiche designavano il solstizio d’estate. La natura è rigogliosa e al massimo del suo potenziale, Madre Terra è gravida, tutto è in espansione come nella fase di Luna piena. Tutto ciò che abbiamo visto fiorire a Beltane, ora si trasforma in frutto.

61ba3001b1df9e89da1c0c8d6c9c4db0
foto da Pinterest

Questo importante passaggio segnava il culmine della luce solare, il giorno più lungo dell’anno e la notte più corta. Il fuoco del sole entra nella costellazione del cancro, segno d’acqua: fuoco e acqua si incontrano, in tutta la loro manifestazione e potenza.

La Natura ci parla, e noi dobbiamo solo ascoltare. Ci suggerisce che proprio nel culmine della luce inizia la sua discesa, così come al solstizio d’inverno nel culmine dell’oscurità inizia la risalita della luce. Ci parla di erbe raccolte la mattina presto, oppure a mezzogiorno del solstizio, quando i principi nutritivi sono al massimo della loro potenza, e di altre che – per lo stesso motivo – è più indicato raccogliere a mezzanotte. Ci parla delle proprietà benefiche della rugiada mattutina nei campi, e dell’abbondanza di luce che rischiara anche la nostra mente.

L’acqua che guarisce, il sole che illumina prima di tutto il nostro spirito.

Come abbiamo già detto negli scorsi articoli, prima di tutto questo passaggio è interiore: l’incontro della luce con l’acqua, l’unione degli opposti, e l’armonia tra gli elementi rendono queste giornate ricche di fervore e di energia. E allora accogliamo in noi questi doni per vivere pienamente e con consapevolezza la nostra vita.

per LUNA DEL MIELE - Amanda clark
Art Amanda Clark

Cosa fare per vivere al meglio questo passaggio

A Litha onoriamo l’acqua, prestandole attenzione ogni volta che beviamo, ci laviamo, ci immergiamo in un lago, in un fiume o nel mare. Prendiamo consapevolezza che l’acqua ha una memoria, quindi ringraziamola prima di berla e con il nostro intento purifichiamo l’acqua della nostra terra.

Semplicemente accogliamo dentro di noi la luce che ci circonda. Camminiamo sotto i raggi del sole all’alba o al tramonto, oppure accendiamo due candele e simbolicamente camminiamoci in mezzo per rendere sacro questo passaggio.

…Felice Litha!


IN PROGRAMMA

Gambugliano (VI), 23 giugno 2018, Nella notte di Litha – Solstizio d’Estate

Nel bosco, immerse nella Natura, entreremo in contatto con l’energia del solstizio d’estate e cosa significa per noi, parleremo delle dee solari, costruiremo insieme una Litha bag per portare sempre con noi il potere del sole, onoreremo la luce e l’acqua in questo giorno speciale.. 

with me (3)

Vicenza, 6 luglio 2018, Un Altro Mondo per i diritti della Pachamama

Un’occasione imperdibile a #Vicenza per celebrare la Madre Terra, la nostra #pachamama, con Coyote Alberto Ruz direttamente dal Messico e a seguire conferenza con il regista Thomas Torelli 

copertina-fb


Il saper essere parte fondamentale dell’equilibrio tra gli opposti. Lo spazio sacro, la fiamma che riceve, conserva e trasforma…

sacro-femminile-low
Percorsi Vidyanam SACRO FEMMINILE

 

Blog

Conversazione con D-IO [Neale Donald Walsch]

Una conversazione straordinaria che ci porta a riflettere sui grandi temi della vita: l’amore, l’origine del caos, il principio di causalità.

Che tu creda in Dio, in Allah, in Maometto, nell’Universo o nei sette nani non ha importanza… Questa che segue è la trascrizione di un dialogo interiore che tutti abbiamo vissuto, nel nostro intimo più profondo, almeno una volta nella vita con noi stessi.

Lasciamo riemergere le risposte, ma ancor meglio le domande, perché dentro di noi son celate. Il testo che segue è tratto dal film nato dai libri di Neale Donald Walsch, Conversazioni con Dio 

Che sia un meraviglioso viaggio

* Dio: Non ne hai avuto ancora abbastanza ? Sei pronto adesso ? Vuoi conoscere veramente le risposte alle domande che ti stai ponendo Neale? Che fai non rispondi ? Tu hai fatto molte domande. Sei arrabbiato. E ora io ti chiedo se vuoi conoscere veramente le risposte alle domande che ti stai ponendo, o ti stai soltanto prendendo in giro?

Continue reading “Conversazione con D-IO [Neale Donald Walsch]”

#SacroFemminileVidyanam, Blog, Riflessioni

Luce nell’Unione della Vita – Il Fuoco di Beltane

Tutta la natura intorno a noi fiorisce.

La vita sboccia, e il profumo dei fiori e dell’erba fresca ci avvolge quando meno ce lo aspettiamo, perché l’aria vibra di colori e vita.

La tiepida primavera di Ostara lascia il posto alla forza del sole che illumina e riscalda la terra, e i semi che timidamente sono nati la scorsa luna, stanno ora crescendo inarrestabili per dare tra non molto i loro frutti.

Per le antiche popolazioni celtiche, questo periodo dell’anno insieme a Samhain era tra i più importanti e sentiti. La notte tra il 30 aprile e il primo maggio si festeggiava Beltane: a metà strada tra l’equinozio di primavera e il solstizio d’estate, era una notte di celebrazione per la vita, la fertilità e la fecondità.

 

Progetto senza titolo (1)
Art: Amanda Clark

Continue reading “Luce nell’Unione della Vita – Il Fuoco di Beltane”

Blog, LIBRI CONSIGLIATI

I 7 livelli di consapevolezza alimentare secondo Dott. Franco Berrino

[ In questo articolo troverai un piccolo estratto dei sette livelli di consapevolezza alimentare, un video tratto dal convegno Verso Choose Love ed i consigliati ]

Sono passati diversi mesi da quando l’avventura Verso Choose Love si è conclusa.

Un convegno straordinario che nascendo dai film documentari Un Altro Mondo e Food ReLOVution di Thomas Torelli,  abbiamo avuto l’onore di ideare ed organizzare, a cui avevano partecipato il Dott. Franco Berrino, Daniel Lumera che avremo il piacere e l’onore di ospitare nuovamente il 15 Aprile a La Cura del Perdono a 432Hz, Emiliano Toso ed il grande Thomas Torelli.

Tra i vari spunti che durante il pomeriggio si sono susseguiti, indimenticabile l’intervento del Dott. Franco Berrino quando ha trattato di un argomento che ha sorpreso tutti: Sette livelli di consapevolezza alimentare; tema che riprende nella sua ultima opera Ventuno Giorni per Rinascere 

Edito da Mondadori, Ventuno Giorni per Rinascere è uno di quei libri che segnano l’esistenza di chi lo legge. Scritto dal Dott. Franco Berrino, Daniel Lumera e David Mariani l’opera integra con perfetto equilibrio tre capisaldi della salute: Nutrizione, Meditazione, Attività Fisica

Con Berrino


Un piccolo estratto del libro Ventuno Giorni per Rinascere

  • Livello I° morale: quello del neonato e del lattante, il cui unico interesse è riempire il pancino. Molti di noi rimangono per certi aspetti a questo livelli, quello dell’uomo un po’ brutale, privo di una cultura profonda, che mangia di tutto, senza discernimento, meccanicamente, con ripetitività, alle ore stabilite, senza chiedersi cosa sta mangiando, senza chiedersi se ha fame o no. […]
  • Livello II° Sensoriale: quello del bambino più grande, che comincia a riconoscere i gusti e a scegliere ciò che preferisce. La nostra passione per il gusto intenso a livello sensoriale è ben rappresenta dalle persone che per tutta la settimana attendono con trepidazione di andare in trattoria la domenica. A questa passione rispondono i grandi (si fa per dire) che, i venditori di piaceri, che condiscono con molto sale, molte spezie, molta panna, molto pomodoro, addirittura con aromi artificiali e profumi, nascondendo l’eccellenza del gusto semplice del cibo naturale. […]
  • Livello III° Sentimentale: quello del bambino più grandicello, che si reca a mangiare a casa della nonna e associando il piacere di un determinato cibo all’amore, alle coccole, al ricordo di una persona amata. Molti di noi rimangono a questo livello, che è probabilmente quello in cui si presenta la maggiore difficoltà per cambiare alimentazione perché è determinato da un forte attaccamento: rinunciare a un cibo specifico significa tradire un affetto, una persona, in qualche forma un’identità. […]

20180410_191711

  • Livello IV° intellettuale: quello del ragazzino che va a scuole e studia il corpo umano e le sostanze di cui ha bisogno. È la fase del bambino saccente, che ci ammonisce che non bisogna fumare,; è il livello dei dietologi e dei nutrizionisti, che decifrano il linguaggio del cibo in termini di calorie, di proteine, grassi, carboidrati, di vitamine, di sostanze antiossidanti [mangio il pomodoro perché contiene il licopene, mangio le melanzane perché contengono le antocianine..]; è il mercato degli integratori alimentari
  • Livello V° ideologico: quello dell’adolescente che diventa vegetariano per non nuocere agli animali. Questo livello, nel suo aspetto negativo, racchiude tutti gli estremi-smi. Nell’aspetto positivo, invece, questo livello attribuisce grande valore alla consapevolezza, alla libertà, all’emancipazione dai condizionamenti della società dell’abbondanza, del consumismo, alla scelta di un cibo semplice, pulito, giusto, prodotto senza veleni e senza distruggere l’ambiente [ Consigliata la visione del film documentario di Thomas Torelli Food ReLOVution ]
  • Livello VI° Sociale: quello dell’adultità. È il livello della solidarietà, della fratellanza, della consapevolezza che ogni nostra azione comporta delle conseguenze: cosa causa la fame nel mondo? Se mangiamo animali sottraiamo il cibo ad altri esseri umani; a questo livello siamo coscienti del disastro della monocultura, che strappa la terra ai contadini. 
  • Livello VII° supremo: è il livello della giustizia, ha a che fare con la gratitudine per quello che abbiamo, per chi ci ha consentito di averlo, per i maestri, per la natura, per l’Universo e con la consapevolezza che non abbiamo il diritto alla salute, bensì la responsabilità per la nostra salute. È il livello di chi è in grado di ritornare all’equilibrio, alla legge del Tao, alla comprensione della complementarietà di Yang e Yin. Giustizia è saper scegliere il cibo giusto imparare quello di cui abbiamo bisogno, dare all’organismo solo quello di cui ha bisogno non mangiare se non si ha fame, mangiare perché si ha fame e non perché è l’ora di mangiare,saper tornare all’essenziale, alla semplicità, renderci consapevoli delle cause dei nostri disagi. Giustizia è mantenerci in salute, per noi stessi e per gli altri: non abbiamo il diritto di far pesare le nostre malattie sugli altri, di togliere anni di vita e di felicità ai nostri figli costringendoli a occuparsi della nostra invalidità, della nostra demenza senile.

CONSIGLIATI

Quando finisci un libro e lo chiudi, dentro c’è una pagina in più. La tua.
(Fabrizio Caramagna)

LIBRO VENTUNO GIORNI PER RINASCERE

PROMO LIBRO

 

Esiste un cammino di tre settimane capace di renderci più giovani, più sani, più longevi, più gioiosi. Lo ha studiato Franco Berrino, noto medico ed esperto di alimentazione, assieme a Daniel Lumera, riferimento internazionale nella pratica della meditazione, e a David Mariani, allenatore specializzato nella riattivazione dei sedentari. È un percorso pratico e quotidiano fatto di ricette, esercizi fisici e spirituali. Ma anche di conoscenza, illuminazione, consapevolezza. Se ne esce rinnovati nel corpo e nello spirito. E tre settimane, secondo studi scientifici e antiche sapienze, sono il tempo necessario per prendere un’abitudine, cambiare stile di vita. E garantirci una longevità in salute. «Arrivare in età avanzata in piena salute non è, per lo più, una fortuna dettata dal caso, ma una possibilità alla portata di tutti, che si costruisce sulle scelte quotidiane e sull’esperienza di vita dettata dalla consapevolezza. Mantenerci in salute è una scelta di giustizia: non abbiamo il diritto di far pesare le nostre malattie sugli altri, di togliere anni di vita e di felicità ai nostri figli costringendoli a occuparsi della nostra invalidità o demenza senile. In questo libro troveremo le indicazioni per consentire al nostro organismo di sviluppare la massima capacità di autocura, e impareremo a ristabilire, quando necessario, il perduto equilibrio. Favoriremo il recupero della vitalità, intraprenderemo un viaggio di riequilibrio e armonia fisiologico e mentale che può apportare cambiamenti grandiosi nella vita di ogni giorno.»

 

LIBRO LA GRANDE VIA

411a05ntj5L._SX323_BO1,204,203,200_

“Le cause della maggior parte delle malattie croniche si nascondono nella nostra vita quotidiana. In tutto il mondo le istituzioni scientifiche e sanitarie sono purtroppo chiamate a rispondere a leggi di mercato che hanno interesse a mantenerci in vita ma non in salute: non possiamo, per ora, contare su di loro per ridurre il rischio di ammalarci. Ci sono d’altra parte sempre più prove scientifiche che indicano come opportune scelte nutrizionali e di esercizio fisico, associate a tecniche di training cognitivo, di respirazione e di meditazione, siano essenziali per rallentare i processi d’invecchiamento, favorire una longevità in salute, prevenire le malattie croniche tipiche della nostra era o facilitarne la guarigione. Traendo spunto dal Codice europeo contro il cancro e da recenti studi sperimentali, in questo libro illustreremo come alcune conoscenze empiriche di molte tradizioni culturali e le attuali conoscenze scientifiche stanno convergendo nel dimostrare che la chiave per mantenere e riacquistare la salute è la combinazione di pratiche per nutrire il corpo con la giusta quantità di cibo sano, mantenerlo in forma con un esercizio fisico regolare e adottare tecniche per coltivare la mente, lo spirito e la felicità interiore. Abbiamo scritto in base alla nostra esperienza scientifica e clinica, con gratitudine e rispetto per le migliaia di persone che hanno partecipato ai nostri studi scientifici e per i pazienti che ci hanno affidato la loro speranza di guarigione. Ci auguriamo che il nostro libro contribuisca a proteggere i lettori da informazioni distorte e interessate e dai venditori di magici piani nutrizionali o integratori miracolosi. Il nostro metodo è semplicemente di proporre quello che l’antica saggezza dei popoli ha tramandato e che la ricerca scientifica ha confermato.” (Franco Berrino e Luigi Fontana)

 

DVD FOOD RELOVUTION con la partecipazione del Dott. Franco Berrino, T. Colin Campbell, Vandana Shiva, Dott.ssa Marilù Mengoni e molti altri

food-revolution-cd-e-cofanetto

Food ReLOVution: tutto ciò che mangi ha una conseguenza” è un coinvolgente e rivelatore documentario che esamina le conseguenze della cultura della carne in vista della crescente preoccupazione per gli impatti sulla salute, sulla fame nel mondo, sul benessere degli animali e sull’ambiente. L’obiettivo è mostrare come questi problemi globali riguardino tutti e siano correlati tra loro. Oggi anche solo fare la spesa in maniera consapevole, sapere cosa si compra e cosa si mangia, è il primo importantissimo passo verso un mondo migliore. Il film vuole essere uno strumento stimolante di comprensione e di informazione, che ci ricorda che abbiamo il potere di cambiare le cose se vogliamo davvero, a cominciare da noi stessi. Tutto ciò che mangiamo ha una conseguenza. Essere consapevoli di questo, ci aiuta a capire qual è, a capire l’importanza delle nostre scelte quotidiane. A spronarci a compiere azioni basate sulla coerenza, la consapevolezza e l’amore che nasce dal rispetto per la Vita. Il cambiamento che stavamo aspettando inizia con noi stessi. La scelta è la nostra arma più potente, impariamo ad usarla. Solo allora potremo dare un contributo a cambiare il mondo. Non bisogna affidarsi solo ai dogmi alimentari imposti dalla società ma conoscere ciò che si mangia, l’unico modo per dare inizio alla rivoluzione. Fatta con amore.

 

 

Blog

Un Augurio nel Silenzio

Vorremmo poterti mandare un augurio speciale. Un augurio che va al di là dei formalismi che a volte ci distraggono dalla reale simbologia di queste feste

Guardiamo fuori di noi, ma guardiamoci anche dentro per renderci conto quanto possiamo –nel nostro piccolo- influenzare la realtà attraverso ad un processo alchemico di trasformazione.

La nostra realtà toccherà inevitabilmente la realtà di tante altre persone per cui festeggiamo nel simbolo dell’uovo, inteso come simbolo di vita, trasformazione, rinascita.

Quale miglior modo di contemplazione che il silenzio in un momento propizio come questo dove l’universo, la luna e le stelle scandiscono ogni pasqua? Il silenzio è fondamentale per guardare in profondità e scorgere chi siamo realmente, al di la dei rumori e delle distrazioni del mondo. 

Proprio per questo, ti proponiamo una meditazione appresa da Daniel Lumera che il 15 Aprile avremo l’onore ed il piacere di ospitare a Vicenza La Cura del Perdono a 432Hz

Continue reading “Un Augurio nel Silenzio”

#SacroFemminileVidyanam, Blog, Eventi, Riflessioni

Ostara | Il Risveglio di Eostre

Le giornate possono ancora essere piovose e grigie, ma la primavera è nell’aria e si percepisce una ventata di novità in arrivo. Quali sono le antiche origini di questo periodo dell’anno?

Equus-nox (dal latino notte uguale) che cade tra il 20 e il 21 marzo, altro non è che il momento in cui notte e giorno hanno la stessa durata, e segna il passaggio alla nuova stagione. Per i celti – che vivevano anche qui, nel Veneto – questo periodo coincide con l’inizio della stagione della semina.

Continue reading “Ostara | Il Risveglio di Eostre”

Blog

Perdono per donarmi e per donarti

Ero un po’ scettico quando anni fa sentii per la prima volta parlare di perdono.

Associavo il perdono a qualcosa di religioso o comunque a qualcosa che ponesse l’individuo ad una dimensione di colpa o, nel peggior dei casi, di controllo verso l’altro.

Andando però in profondità, con il passare del tempo ed entrando nel cuore dell’argomento, la concezione di perdono è completamente cambiata portandomi a concepirlo non più come una condizione di giudizio o di scelta, ma di libertà: di “strategia di sopravvivenza” come affermerà Daniel Lumera in Choose Love, il prossimo e meraviglioso film documentario di Thomas Torelli in prossima uscita [clicca qui per scoprire di più]

Comprendere il perdono significa comprende la vita poiché la vita è un dono e viene data in dono.”

Continue reading “Perdono per donarmi e per donarti”

Blog, News & Comunicazioni

Riorganizzazione Canali

Siamo davvero grati ad ogni singola persona che segue Vidyanam 

Qualche anno fa non ci saremmo mai aspettati che il blog, divenuto poi associazione, potesse raggiungere così tante persone e divenire uno spazio di informazione, condivisione e di ricerca.

Per una più chiara gestione abbiamo pensato di definire una nuova riorganizzazione così composta:

> ASSOCIAZIONE CULTURALE VIDYANAM

Ciò consentirà una più specifica comunicazione e riguarderà prettamente le attività dell’associazione.

Continue reading “Riorganizzazione Canali”

Blog, Eventi, Riflessioni

Il cibo come percorso spirituale

 

“Fa’ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Profetiche, vere, essenziali. Con queste parole il grande Ippocrate gettava le basi su quelle che sarebbero state le scoperte scientifiche di 2.000 anni.

La nostra vita potrà cambiare radicalmente dal momento che comprenderemo che nutrirsi non significa semplicemente l’ingestione di cibo nell’organismo per farlo andare avanti alla “meno peggio”; nutrirsi significa piuttosto supportare attivamente il nostro benessere fisico, emozionale, sociale e spirituale con del cibo nutriente.

In questi anni di passione e di studi sulla nutrizione, ho imparato quanto nutrirsi significhi considerare un alimento a 360° poiché un cibo può considerarsi tale se, oltre alle proteine, vitamine, sali minerali ed ai vari principi nutritivi, ci fornisce energia: Vita.

Cibo vivo o cibo morto. Di quali alimenti voglio nutrirmi? di quali emozioni, sentimenti?

In quest’epoca dove con il web dilaga molta informazione (e purtroppo, a volte, disinformazione) è importante sviluppare uno spirito di discernimento, una profonda conoscenza di Sé e delle basi dalle quali partire.

Non esistono verità assolute, ma esistono dei principi linea che conoscendoli e sperimentandoli sui noi stessi, potranno essere la base per iniziare, o migliorare, un percorso che ci porterà a sperimentare la bellezza di questa vita in salute

“La salute non è tutto ma senza salute tutto è niente.”

Scriveva Arthur Schopenhauer. Iniziamo quindi ad uscire dagli schemi tradizionali per abbracciare una realtà più ampia fatta di salute, benessere e consapevolezza.

Hai mai provato, semplicemente, ad iniziare ogni pasto con della verdura cruda di stagione? Per quanto semplice possa sembrare questa abitudine, ha un potere grandissimo di limitare l’attività infiammatoria che naturalmente, il nostro organismo, avvierà per far fronte alla digestione degli alimenti cotti (e spesso denaturati) che seguiranno.

Da appassionato e studente di Naturopatia, invito tutte le persone ad entrare in questo fantastico mondo.

Come? Ci sono letture interessantissime quali, ad esempio, La Grande Via del Dott.Franco Berrino e del dott. Luigi Fontana, la visione del film documentario di Thomas Torelli Food ReLOVution , oppure i corsi di PsicoAlimentazione. Per chi volesse approfondire ulteriormente stiamo preparando con tanto entusiasmo a Vicenza, un appuntamento con la Dott.ssa Marilù Mengoni.

Biologa Nutrizionista, Psicologa, Docente e formatrice, autrice di numerosi libri, intervistata nel meraviglioso Food ReLOVution di Thomas Torelli la dott.ssa Marilù Mengoni è una grande professionista che secondo noi può dare delle basi solide e concrete 🙂

 

Grazie per aver letto questo articolo e sempre viva la reLOVution 🙂


CONSIGLIATI

Quando finisci un libro e lo chiudi, dentro c’è una pagina in più. La tua.
(Fabrizio Caramagna)

LIBRO VENTUNO GIORNI PER RINASCERE

PROMO LIBRO

Esiste un cammino di tre settimane capace di renderci più giovani, più sani, più longevi, più gioiosi. Lo ha studiato Franco Berrino, noto medico ed esperto di alimentazione, assieme a Daniel Lumera, riferimento internazionale nella pratica della meditazione, e a David Mariani, allenatore specializzato nella riattivazione dei sedentari. È un percorso pratico e quotidiano fatto di ricette, esercizi fisici e spirituali. Ma anche di conoscenza, illuminazione, consapevolezza. Se ne esce rinnovati nel corpo e nello spirito. E tre settimane, secondo studi scientifici e antiche sapienze, sono il tempo necessario per prendere un’abitudine, cambiare stile di vita. E garantirci una longevità in salute. «Arrivare in età avanzata in piena salute non è, per lo più, una fortuna dettata dal caso, ma una possibilità alla portata di tutti, che si costruisce sulle scelte quotidiane e sull’esperienza di vita dettata dalla consapevolezza. Mantenerci in salute è una scelta di giustizia: non abbiamo il diritto di far pesare le nostre malattie sugli altri, di togliere anni di vita e di felicità ai nostri figli costringendoli a occuparsi della nostra invalidità o demenza senile. In questo libro troveremo le indicazioni per consentire al nostro organismo di sviluppare la massima capacità di autocura, e impareremo a ristabilire, quando necessario, il perduto equilibrio. Favoriremo il recupero della vitalità, intraprenderemo un viaggio di riequilibrio e armonia fisiologico e mentale che può apportare cambiamenti grandiosi nella vita di ogni giorno.»

 

#SacroFemminileVidyanam, ATTIVITA' GRATUITA, Blog, Eventi, Riflessioni

Celebrare Imbolc – I Doni della Luce Interiore

La Ruota dell’anno che scandisce il susseguirsi delle stagioni apre le porte, il primo febbraio, a Imbolc.

Imbolc è un’importante celebrazione che cade tra il solstizio d’inverno (la rinascita della Luce) e l’equinozio di primavera (risveglio della Madre Terra). Le giornate si sono già allungate rispetto a Yule, e i primi fiori cominciano a spuntare. La Terra è sempre stata viva, sotto l’apparente strato di superficie ghiacciata, la vita pulsa, e una prima rinascita incomincia a farsi spazio.

Uno dei significati della parola Imbolc, dalla lingua irlandese, è proprio ‘in grembo’: questo è il periodo in cui nascono gli agnellini, segno inequivocabile che Madre Terra si sta risvegliando.

tumblr_static_tumblr_static_2lui5112gi0wc0gww400o808s_640
foto dal web

Continue reading “Celebrare Imbolc – I Doni della Luce Interiore”